News

News
20 Gennaio 2021

UN Technology Bank, TWAS e ICGEB insieme per il Sud del mondo

Grazie a un ambizioso programma congiunto diretto ai paesi con bassi indicatori socioeconomici, la UN Technology Bank per i paesi meno sviluppati, TWAS e ICGEB offrono a giovani scienziati la possibilità di sviluppare nuove competenze scientifiche.

Trieste/Gebze - Non bastano capacità scientifiche, passione e impegno per realizzare una carriera scientifica di succsso, specie nei paesi in via di sviluppo. Per garantire formazione scientifica superiore e ottenere risultati concreti servono la supervisione di scienziati esperti e una rete internazionale di collaborazioni in grado di offrire supporto e cooperazione nel lungo periodo.

Queste caratteristiche, e altre ancora, sono gli elementi di punta di un programma quinquennale che vede la collaborazione della UN Technology Bank per i paesi meno sviluppati (UNTBLDC), della TWAS (Accademia mondiale delle scienze) e dell'ICGEB (Centro internazionale di ingegneria genetica e biotecnologie), questi ultimi con sede a Trieste.

L’accordo di programma il cui acronimo è PACTs (ProgrAmme of CollaboraTions with LDCs) offrirà a scienziati provenienti dai 46 "Paesi a basso svilupo socioeconomico e scientifico (LDCs)" la possibilità di effettuare soggiorni di formazione fino a sei mesi presso i laboratori dell’ICGEB, a Trieste, a Nuova Delhi in India o a Città del Capo in Sudafrica. Gli scienziati - a inizio di carriera e di età non superiore a 45 anni - che saranno selezionati lavorreranno a progetti in biomedicina, biotecnologie e agricoltura.
 
“Siamo ansiosi di iniziare questo nuovo programma diretto ai paesi con meno competenze scientifiche (LDC), per sviluppare progetti nelle biotecnologie, dedicati ai paesi del Sud del mondo," ha detto il direttore esecutivo della TWAS Romain Murenzi. "Tanto il progetto quanto la partnership con UNTBLDC e ICGEB sono estremamente importanti per lo sviluppo sostenibile in numerosi settori."

I Paesi a basso svilupo socioeconomico e scientifico (LDC) hanno un reddito pro capite estremamente basso (inferiore a 1.025 $US), un’economia vulnerabile e affrontano sfide quotidiane che impediscono sviluppo, crescita economica e progresso scientifico. Uno degli obiettivi principali di PACTs è proprio invertire il trend e consentire a questi paesi di avviare un processo che porti a sviluppo equo e prosperità.

 “Siamo entusiasti della collaborazione con UNTBLDC e TWAS: crediamo molto nelle sinergie che riusciremo a creare, così come in questo progetto, pensato per sviluppare capacità scientifica nel settore delle biotecnologie nei paesi LDC," ha commentato Lawrence Banks direttore generale dell'ICGEB. "La collaborazione fra i nostri tre istituti è garanzia del fatto che i benefici delle moderne biotecnologie potranno raggiungere proprio i paesi dove tali tecnologie sono necessarie, contribuendo direttamente a raggiungere gli obiettivi UN dello sviluppo sostenibile.”

“La collaborazione con l'ICGEB e la TWAS è un'importante opportunità per incrementare le competenze scientifiche di almeno 40 scienziati nei paesi LDC, in un settore come le biotecnologie che oggi è di rilievo," ha affermato Joshua Setipa, Managing Director di UNTB. "Il programma offre una combinazione di formazione specialistica ad alto livello e di soft skills, ed è sostenuto da un finanziamento specificamente formulato." Attraverso la formazione di una nuova classe di scienziati, prosegue Setipa: "La struttura di questo programma permetterà a tali paesi di sviluppare anche le politiche relative alle biotecnologie e gli aspetti normativi di questo settore. La pandemia da COVID-19 dimostra che le nazioni dovrebbero rafforzare le proprie capacità nel settore delle biotecnologie per contribuire al consolidamento dei sistemi sanitari, e al raggiungimento degli obiettivi dello sviluppo sostenibile."

PACTs si articolerà in cinque anni: nei primi tre si selezioneranno i partecipanti e si assegneranno i finanziamenti; nel biennio finale si effettueranno monitoraggio e valutazione dei progetti. In questa fase i ricercatori potranno richiedere all'ICGEB un finanziamento "Early Return Career Grant" per finanziare le ricerche una volta rientrati in patria.

Degna di nota è la modalità di finanziamento adottata da PACTs, chiamata UN-UN Interagency Agreement, che consente di ridurre molto i costi di gestione rispetto ad altre iniziative simili.

PACTs risponde a quella che è la missione condivisa dei tre partner: consolidare scienza e tecnologia nei paesi in via di sviluppo, promuovere la nascita di network fra ricercatori e istituti di ricerca, e aiutare le nazioni a identificare e a utilizzare tecnologie di punta per
trasformare l'economia locale e migliorare la qualità di vita.

 

I Partner

La TWAS
La TWAS, Accademia mondiale delle scienze per il progresso scientifico nei paesi in via di sviluppo conta più di 1270 scienziati membri eletti per meriti scientifici, provenienti da oltre  100 paesi e riconosciuti a livello internazionale, fra cui anche 14 premi Nobel. La TWAS è stata fondata nel 1983 a Trieste, ed è parte dell’UNESCO, Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura, che contribuisce ad amministrarla.
Attualmente la TWAS gestisce il più ampio programma di fellowship di dottorato e post-dottorato al mondo, con oltre 260 borse di studio offerte ogni anno a ricercatori di paesi in via di sviluppo. Grazie al suo programma Research Grants, sostiene ricercatori individuali e gruppi, offrendo fondi per la realizzazione di progetti in aree correlate agli obiettivi dello sviluppo sostenibile. Ogni anno l’Accademia distribuisce circa 1 milione di dollari per strumentazioni di laboratorio e per sostenere le pubblicazioni. La sua rete di collaborazioni internazionali conta quasi 300 istituti e centri di eccellenza in tutto il mondo, che rappresentano un valore aggiunto per il presente progetto.

L' ICGEB
Il Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologie è un’organizzazione intergovernativa con il mandato di promuovere la ricerca, il potenziamento delle capacità e il trasferimento tecnologico nelle scienze della vita, con lo scopo ultimo di promuovere lo sviluppo sostenibile globale. Fondato nel 1983 come un progetto speciale dell’UNIDO, l'ICGEB è diventato un’organizzazione intergovernativa indipendente nel 1994, con quartieri
generali e con laboratori componenti a Trieste, a nuova Delhi in India e a Città del capo in Sudafrica. Oggi conta un network internazionale scientifico che include 65 Stati membri, fra cui centri di ricerca regionali, centri affiliati e 20 paesi firmatari. I programmi di ricerca e di formazione sono rivisti da un comitato scientifico che include premi Nobel e che assiste il direttore generale sulle questioni sostanziali, scientifiche e tecniche, che riguardano l’attività del centro. L’esperienza nel settore della formazione che l'ICGEB può vantare, oltreché  esperienza nella ricerca, fa di questo istituto un leader globale del settore delle biotecnologie. L’ICGEB si occuperà degli aspetti formativi che saranno curati da scienziati senior, e fornirà i laboratori e le strutture per la realizzazione concreta dei progetti all’interno di un network internazionale di ricercatori esperti.

La UN Technology Bank for Least Developed Countries
La United Nations Technology Bank for Least Developed Countries (UNTBLDC) è un’organizzazione globale che si dedica a promuovere lo sviluppo di scienza, tecnologia e innovazione per lo sviluppo sostenibile nei paesi meno scientificamente sviluppati del mondo. Ha iniziato le sue attività nel 2018, e si adopera per supportare i 47 LDC nonché le nazioni con un’economia in transizione, per un periodo fino a cinque anni dopo la loro uscita dalla categoria di LDC. Ha il suo quartier generale a Gebze, in Turchia, e lavora attivamente con partner nazionali, regionali e internazionali per diffondere programmi e progetti finalizzati a rinforzare scienza, tecnologia e capacità di innovazione negli LDC.  Nell'ambito di PACTs, la UNTBLDC avrà il compito di agevolare la diffusione e la partecipazione del programma nei paesi sotto-rappresentati. Rappresentanti di UNTBLDC parteciperanno attivamente alla valutazione delle domande e nelle fasi chiave dell'intero progetto.

Linee strategiche del programma
Tra i punti di forza del programma figurano la possibilità di offrire mobilità agli scienziati a inizio carriera e di implementare gli scambi scientifici internazionali: due elementi che permetteranno ai paesi LDC una partecipazione più attiva nell’agenda scientifica globale.

Tre le linee strategiche di PACTs:

1. Un programma Sud-Nord: i ricercatori a inizio carriera di paesi LDC potranno trascorrere fino a 6 mesi presso i laboratori triestini dell’ICGEB per acquisire tecniche ed esperienza;
2. Un programma Sud-Sud: visite di studio da parte dei ricercatori di paesi LDC nei laboratori dell'ICGEB, sia in India che in Sudafrica;
3. Un programma Nord-Sud: mette a disposizione degli scienziati del sud il personale qualificato dell'ICGEB, attraverso workshop tematici che offrono gli strumenti per consolidare le politiche e le capacità normative nel settore delle biotecnologie.

I workshop si terranno principalmente nell’Africa sub-sahariana, e insegneranno competenze altrimenti difficili da conseguire durante i normali corsi universitari.
PACTs è in linea con numerosi obiettivi di sviluppo sostenibile: il n.4, garantire istruzione di qualità inclusiva e equa; n. 10, ridurre le disuguaglianze, e con il n. 17, creazione di partnership.

Benefici per gli scienziati
I training di sei mesi garantiscono il tempo necessario per acquisire nuove tecniche e gestire in prima persona progetti di ricerca, e di trasferimento tecnologico, oltre ad altri soft skill scientifico-tecnologici che i curricula universitari non offrono.
Gli scienziati impareranno le strategie per ottenere finanziamenti di ricerca, le dinamiche relative alla proprietà intellettuale e in che modo individuare e difendersi dalle riviste predatorie (predatory journals). Altrettanto importante sarà la possibilità iniziare in prima persona collaborazioni internazionali, un’eredità importante da portare a casa al termine della formazione.
La full-immersion in un ambiente scientifico internazionale favorisce il ragionamento out of box e permette di acquisire una prospettiva più ampia su temi globali, oltreché capacità di ragionamento sui temi dello sviluppo sostenibile.

 

Benefici per i paesi LDCs
PACTs offrirà agli scienziati dei paesi LDCs gli strumenti per intervenire sullo sviluppo sociale ed economico e sulla crescita nazionale. Il reddito medio dei paesi LDC è inferiore a 1,025 $US al giorno; a ciò si aggiungono una grave vulnerabilità economica e ambientale, l’instabilità politica, le disuguaglianze di genere e il gap fra la ricerca di base e le applicazioni tecnologiche.

PACTs potrà rappresentare uno degli strumenti per invertire un trend negativo. Come? Attraverso:
* il consolidamento di sinergie fra ricerca di base e industria;
* la riduzione del brain drain (fuga di cervelli);
* l'incremanto delle politiche del settore biotecnologico, con maggior partecipazione nelle politiche internazionali;
* la creazione di condizioni migliori per avviare programmi di istruzione superiore;
* l'avvio di del trasferimento di conoscenze e di tecnologia da parte degli scienziati neoformati, ai quali spetterà il compito di formare le generazioni del futuro.

 

 

This website does not use profiling cookies, but only first and third party technical cookies, including cookies from social media plugins.
To learn more about our cookie policy or to change your cookie settings, click here.
By using this website and clicking “accept”, you consent to the use of cookies in accordance with our cookie policy.
Accept